Home Travel Il miglior binocolo astronomico (agosto 2019)

Il miglior binocolo astronomico (agosto 2019)

Osservazione stelle

Guida per l’acquisto dei miglior binocoli astronomici

Se volete “vedere le stelle” senza il corposo investimento necessario per comprare un telescopio, allora i binocoli astronomici sono la soluzione giusta per voi. Sì, potete davvero usarli per osservare il cielo notturno in modo più approfondito e dettagliato di quanto avreste mai immaginato.

Anzi, osservare le stelle con il miglior binocolo astronomico offre anche dei vantaggi rispetto all’uso di un telescopio. Per prima cosa, costa molto meno. Un binocolo è anche decisamente più piccolo e facile da portarsi dietro (in campeggio, in vacanza, ecc.). Inoltre, potete usarlo per altre attività oltre all’astronomia, come l’osservazione della fauna selvatica, il bird watching o eventi sportivi.

Quando scegliete il miglior binocolo astronomico, ci sono alcune cose che dovreste sapere prima di acquistarlo. Questo articolo, senza diventare così tecnico da farvi incrociare gli occhi e farvi venire il mal di testa, coprirà le informazioni più importanti di cui avete bisogno prima di effettuare l’acquisto.

Contenuti

1. Capire il gergo
1.1 Ingrandimento
1.2 Apertura
1.3 Campo visivo
1.4 Distorsione
1.5 Collimazione
1.6 Aberrazione cromatica
1.7 Pupilla d’uscita
1.8 Long Eye Relief
1.9 Prismi
1.10 Stabilizzazione dell’immagine
1.11 Diottria
2. Lista dei migliori binocoli astronomici

Capire il gergo

Ci sono molti termini tecnici associati ai binocoli astronomici con cui magari non avete familiarità. Per aiutarvi a non farvi sopraffare dal gergo, ecco alcuni termini che dovete conoscere e capire prima di andare a comprare un binocolo per osservare le stelle.

Ingrandimento

Sul retro del binocolo vedrete alcuni numeri come 8×40 o 10×50. Il primo numero è il potere di ingrandimento degli obiettivi. Più grande è il numero, più grandi vi appariranno gli oggetti. Non sempre ‘più grande’ equivale a ‘migliore’, in quanto l’immagine che vedete potrebbe essere sfocata o fioca. Dovrebbe essere considerata anche la qualità delle lenti, insieme ad altri fattori. Non c’è molta differenza tra un 7x o un 10x oltre al prezzo.

Apertura

Questo termine si riferisce al diametro dei grandi obiettivi frontali (misurato in millimetri) ed è ciò che farà penetrare la luce attraverso le lenti per una visione migliore. Quindi 10×50 significa che l’obiettivo ha un diametro di 50 millimetri e lascerà entrare più luce rispetto ad uno da 40 millimetri. Più luce significa immagini più luminose e chiare. Questa è una caratteristica molto importante: il binocolo Celestron SkyMaster Giant 15×70 offre un obiettivo dal diametro di ben 70 mm.

Campo visivo (CV)

Questo termine si riferisce alle dimensioni più ampie che potete osservare attraverso le lenti. Si misura in metri rispetto alla misura standard di 1000 metri. Quindi, CV 1 è 17,38 metri per 1000 metri. Il CV è al centro del binocolo e per determinarlo moltiplicate i gradi per 17,38 (il CV è 5: 5 X 17,38 è 86,9 metri di visione). Avete bisogno di un buon CV, ma senza dover sacrificare l’ingrandimento, quindi è una questione di scelta personale e vi conviene testare diversi modelli per capire cosa vi torna meglio. Il binocolo grandangolare Orion UltraView offre una visione eccezionalmente ampia con distorsione minima, una cosa importante da considerare quando si sceglie un binocolo astronomico.

Distorsione

I binocoli astronomici con un CV largo potrebbero avere delle sfocature marginali, chiamate anche ‘distorsione’. Se è presente solo un poco intorno ai bordi non è un problema, in quanto non influenzerà più di tanto l’osservazione delle stelle.

Aberrazione cromatica (AC)

Quando osservate oggetti che creano un forte contrasto rispetto all’ambiente circostante (ad esempio, i rami scuri di un albero che si stagliano contro un cielo luminoso), qualsiasi nebulosità verde o violacea ai margini dell’oggetto è AC. Non è un problema se ne fate uso in campo astronomico, ma non è il massimo se, ad esempio, volete osservare paesaggi o uccelli.

Collimazione

Significa che le due metà del binocolo non sono allineate e quindi non puntano nella stessa direzione. Questo vi stancherà gli occhi e potrebbe darvi la stessa sensazione di un leggero mal di mare. Evitate qualsiasi modello di binocolo astronomico con questo problema.

Pupilla d’uscita

Quando tenete in mano un binocolo alla lunghezza del vostro braccio e guardate nelle lenti, ci saranno due punti luce circolari. Queste sono le pupille d’uscita, determinate dall’ingrandimento e il diametro della lente frontale. Questi punti di luce dovrebbero combaciare con le vostre pupille. Poiché le pupille non si espandono tutte allo stesso diametro, la misura giusta cambia di persona in persona. In generale, però, per chi ha meno di 30 anni si consiglia 7X35. Gli occhi più vecchi avranno bisogno di qualcosa più simile ad un 7X50.

Long Eye Relief (LER)

Questa funzionalità è principalmente per chi porta gli occhiali. Indica la distanza dalla superficie dell’obiettivo posteriore a cui è ancora possibile mantenere l’intero campo visivo dell’immagine che si sta guardando. Per molti produttori, è difficile fornire sia un LER che un campo visivo ampio. Tuttavia, il binocolo 10×30 IS Canon ultra compatto è un modello eccezionale adatto sia a chi porta gli occhiali che a coloro che vogliono la possibilità di utilizzare il proprio binocolo con occhiali da sole.

Prismi

Sono ciò che permette di vedere le immagini orientate correttamente attraverso le lenti, non a specchio o invertite come le si vedrebbe attraverso un telescopio.
Ci sono i prismi di Porro, che sono binocoli con un corpo modellato nel “design classico” e chiamati come l’ottico che li ha inventati.
I binocoli con prismi a tetto hanno un corpo a forma di lettera H e sono più aerodinamici.

Stabilizzazione dell’immagine (IS)

Questa è un notevole funzionalità per i migliori binocoli astronomici: aiuta a “fermare” l’immagine che state guardando e minimizzare la sfocatura. Ciò è particolarmente utile in condizioni di scarsa luminosità come il cielo notturno. I binocoli di qualità superiore come il Canon 10X30 offrono questa particolare funzionalità di fascia alta.

Diottria

Questo termine indica la misura del potere ottico dell’obiettivo. Una diottra superiore o la diottrica regolabile consentono di perfezionare la messa a fuoco sugli oggetti. Il binocolo Celestron SkyMaster Giant offre una messa a fuoco molto uniforme persino con un ampio grandangolo.


I migliori binocoli astronomici di grandi dimensioni

Vincitore: Binocolo Celestron 71017 25×100 SkyMaster con prisma di Porro

Se cercate un binocolo di alta qualità che vi dia immagini sbalorditive di oggetti a lungo raggio in scarse condizioni di luce, la vostra ricerca potrebbe benissimo fermarsi al Celestron 71017 25×100 SkyMaster.

Con un ingrandimento di 25x e un grandissimo obiettivo da 100 millimetri, non avrete problemi a localizzare e zoomare sui corpi celesti con nitidezza e chiarezza sorprendenti. Questo binocolo è la soluzione ottimale per l’osservazione astronomica, ma può benissimo essere utilizzato anche per la visione terrestre a lungo raggio.

Data la sua robustezza, il modo migliore per usarlo è montarlo su un treppiede; fortunatamente, non è un problema, perché questo binocolo è dotato di un adattatore per treppiedi integrato.

Con l’ottica multistrato e la messa a fuoco individuale degli obiettivi, questo SkyMaster Celestron 71017 offre una visione chiara e nitida che vi aiuterà ad ottenere il massimo dalle vostre sessioni di osservazione delle stelle.

Caratteristiche principali:

  • Ingrandimento 25x
  • Prismi di Porro
  • L’obiettivo da 100 mm offre una luminosità eccezionale e chiarezza dell’immagine
  • L’ottica multistrato fornisce una visione nitida e chiara
  • Sigillato con un rivestimento protettivo in gomma per una presa ottimale
  • Può essere usato per l’osservazione astronomica a lungo raggio o quella terrestre

Secondo classificato: binocolo Celestron SkyMaster 20×80

Il binocolo Celestron SkyMaster 20×80 offre visione e maneggevolezza ben bilanciati, con un mix ottimale di peso, dimensioni e ottica.

Uno dei tratti distintivi di un ottimo design è la capacità di facilitarne l’uso intuitivo, e questo SkyMasters la offre alla perfezione. È stato chiaramente progettato tenendo a mente l’esperienza dell’utente, offrendo comfort e semplicità di utilizzo insieme ad una fabbricazione robusta e solida.

Con un generoso obiettivo da 80 mm e un potente ingrandimento 20x, non avrete alcun problema a zoomare su corpi celesti in lontananza, e il rivestimento protettivo in gomma di questo SkyMasters consente una presa ultra-sicura e una facile maneggevolezza. Sia che vogliate ottenere una visione più ravvicinata della luna o della galassia di Andromeda, apprezzerete la visione nitidissima offerta da questo binocolo.

Caratteristiche principali:

  • L’ampio obiettivo da 80 mm offre un’ottima luminosità dell’immagine anche in condizioni di scarsa illuminazione
  • Ottiche multistrato per una qualità delle immagini estremamente nitida
  • Vetro prisma BAK-4
  • L’ampio campo visivo offre una messa a fuoco decisamente nitida
  • L’ingrandimento 20x è perfetto per la visione di corpi celesti a lunga distanza

Miglior Binocolo medio

Vincitore: Binocolo Celestron 72022 SkyMaster 8×56

Con un modestissimo peso che non raggiunge il chilo (circa 990 g), questo binocolo Celestron 72022 SkyMaster 8×56 vi consente di maneggiarlo con facilità e tenerlo in mano anche per lunghi periodi di tempo.

Offre una pupilla di uscita (ossia la dimensione dell’immagine che vedete guardando nel binocolo) della generosa dimensione di 7 mm, con dischi costruiti con grande precisione per riflettere l’immagine di alta qualità e perfettamente sferica del vetro del prisma di Porro all’interno del binocolo.

Di solito, i binocoli minori presentano un calo di qualità ai margini, ma questi SkyMasters mantengono la qualità dell’immagine eccezionale su tutta la superficie, rendendoli praticamente perfetti per l’astronomia.

Inoltre, il binocolo è avvolto e sigillato in gomma di alta qualità, offrendo quindi una presa confortevole che non ve lo farà scivolare tra le mani.

Caratteristiche principali:

  • L’apertura di 56 mm è ideale per condizioni di scarsa illuminazione
  • Prismi BAK-4 costituiti da vetro di alta qualità
  • Costruzione impermeabile
  • Costruzione solida e presa antiscivolo

Secondo classificato: Binocolo Olympus 10×50 DPS-1

Questo binocolo è dotato di ingrandimento 10x e una larga visione grandangolare che vi permetteranno di godervi le vostre fantastiche avventure a osservare le stelle. Con ottiche potenziate con prismi di Porro standard, non correrete il rischio di avere a che fare con immagini di scarsa qualità.

Il binocolo Olympus 10×50 non vi offre solo immagini nitide, chiare e luminose, ma una visione dalla qualità simile a quella 3D.

La manopola di messa a fuoco è al centro, e offre una resa degli oggetti fluida, nitida e veloce. L’apertura da 50 millimetri funziona molto bene in condizioni di scarsa illuminazione, rendendolo un binocolo che è un piacere da usare in campo astronomico. Scrutando il cielo notturno, apprezzerete la luminosità e nitidezza delle immagini offerte dall’Olympus 10×50.

Caratteristiche principali:

  • L’ingrandimento 10x offre uno zoom eccezionale
  • Funzionalità di messa a fuoco facile e rapida
  • Ampio campo visivo (113-914 metri)
  • Il peso di soli 850g offre una facile maneggevolezza

I migliori binocoli piccoli

Vincitore: Binocolo Olympus 8×40 DPSI

Il compagno perfetto sia per astronomi che birdwatcher, l’Olympus 8×40 esegue fantastiche funzioni ottiche, offrendo un ottimo campo visivo con immagini nitidissime e messa a fuoco eccezionale.

Con un ingrandimento di 8x e un campo visivo molto ampio, questo binocolo vi offre così tanta potenza da far sembrare i corpi celesti di vostra scelta estremamente più vicini. L’Olympus 8×40 DPSI ha un’apertura di 40 mm, che si riferisce al diametro delle due lenti più lontane dai vostri occhi.

L’apertura minore e la struttura leggera di questo binocolo (circa 700 g di peso) vi consentono di tenerlo in mano per periodi di tempo prolungati, senza tremolare troppo.

Caratteristiche principali:

  • Ampio campo visivo
  • Leggero e maneggevole
  • Rivestimento in gomma antiscivolo e finitura di alta qualità
  • L’ottica asferica assicura una visione senza distorsioni

Secondo classificato: Binocolo Nikon Aculon A211 8×42

Il binocolo Nikon Aculon A211 8×42 offre una resistenza eccezionale e degli obiettivi dalle dimensioni generose per quando volete osservare le stelle.

Questo modello offre il vantaggio di obiettivi con rivestimento multistrato, che aiutano a mettere a fuoco più nitidamente gli oggetti luminosi.

Secondo la descrizione del prodotto fornita da Nikon, la parola “ACULON” è composta dai termini “accuratezza” e “precisione” (in inglese), che caratterizzano ciò che ci si può aspettare da questo binocolo molto efficiente. La sua costruzione robusta è salda e piacevole al tocco, ed è abbastanza leggero da poterlo tenere in mano per diversi minuti senza che vi venga male alle braccia.

Caratteristiche principali:

  • Nessuna distorsione dell’immagine grazie all’oculare asferico.
  • Le grandi lenti degli obiettivi sono perfette per la visione notturna.
  • Funziona in un’ampia varietà di condizioni di illuminazione.
  • Il rivestimento in gomma fornisce una presa comoda e una solida resistenza agli urti.

Altre recensioni

Lascia un commento